Attenti agli eBook Apple…

iBooks

Come ho spiegato nell’articolo precedente, la Piattaforma Digitale Apple per l’acquisto e la gestione dei Libri Digitali consiste nell’applicazione iBooks, connessa all’Apple Book Store tramite il nostro Apple ID. Con questa applicazione possiamo acquistare i nostri libri e quindi leggerli comodamente su qualsiasi dispositivo Apple (iMac, iPad, iPhone, o iPod) dove avremo attivato il medesimo Apple ID. La nostra biblioteca digitale sarà sempre sincronizzata su tutti questi dispositivi, consentendoci di accedere ad essa con estrema facilità.

Da questo punto di vista la Piattaforma Digitale Apple non è diversa da altre piattaforme analoghe, e per proteggere il Copyright dei libri acquistati fa uso del meccanismo DRM che impedisce che i libri digitali Apple possano essere trasferiti e letti su altre piattaforme.

Ma con Apple c’è un problema in più: quello della connessione rigida che la Apple stabilisce tra il proprio software e l’hardware che essa stessa produce. Non è certo una cosa nuova: si tratta di una filosofia produttiva che la Apple ha adottato sin dai suoi inizi negli anni ‘80, con i primi Macintosh, e che ha mantenuto inalterata fino ad oggi. Sotto questo aspetto, la Apple si differenzia nettamente da altri colossi dell’informatica come Microsoft e Google, che non sono produttori di dispositivi hardware (se non in minima parte), e che quindi fanno in modo che il software da loro prodotto sia compatibile con l’hardware prodotto da diverse marche.

Il software Apple è progettato e concepito per funzionare solo sui dispositivi di marca Apple, non solo, ma la possibilità che un sistema operativo come macOS o iOS possa essere installato su hardware non Apple è espressamente proibita con una clausola legale inserita nella Licenza d’uso Apple. Fare uso di software Apple significa quindi essere obbligati, non solo tecnicamente ma anche per legge, all’acquisto dei dispositivi hardware Apple. È questo il motivo per cui nel caso di Apple si parla di sistema chiuso. Alla Apple preferiscono usare un termine più elegante, che però significa la stessa cosa: ecosistema, ovvero un insieme di dispositivi connessi tra loro ed interagenti, che offre all’utente finale un ambiente coerente ed univoco di servizi digitali (qualche tempo fa l’avevano battezzato “iLife”).

Praticare la politica dell’ecosistema chiuso, come fa la Apple, produce una contraddizione che finisce col creare solo problemi agli utenti finali. Da un lato, infatti, chi adotta tale politica deve fare in modo di assicurare una certa compatibilità dei propri prodotti con quelli delle altre marche, per evitare l’isolamento. Ma dall’altro lato deve poi anche limitare questa compatibilità, per mantenere legati i propri clienti ai propri prodotti. Questa insolubile contraddizione tra chiusura e apertura è caratteristica di tutti i prodotti Apple e crea un ambiente a “macchia di leopardo”, del tutto imprevedibile per gli utenti, dove la compatibilità è sempre possibile ma non è mai garantita. Nel parco software Apple si trovano quindi prodotti dotati di un certo livello di compatibilità, insieme ad altri in cui la compatibilità è del tutto assente. Questo finisce per mettere i clienti/utenti dei prodotti Apple in una posizione di perenne incertezza e di effettivo svantaggio rispetto a chi fa uso di prodotti davvero multi-piattaforma, come ad es. LibreOffice o Google Chrome. Una delle principali ragioni del successo del browser di Google è che chi lo usa può ritrovare perfettamente sincronizzato il proprio lavoro (Preferiti, Cronologia, Password, e molto altro) in qualsiasi sistema operativo e dispositivo stia usando (dall’Apple macOS a Microsoft Windows ad Android, e da un PC ad uno smartphone di qualsiasi marca). Una soluzione che non a caso è stata adottata anche nelle ultime versioni di Mozilla Firefox, l’altro grande competitore gratuito nella “guerra dei browser”. Insomma, chi è multi-piattaforma vince.

La Piattaforma Digitale Apple per gli eBook purtroppo è una delle più coerenti con la politica Apple dell’ecosistema chiuso. Il programma di Acquisto/Lettura degli eBook, denominato iBooks, è stato prodotto infatti solo nella versione compatibile con i sistemi operativi Apple (macOS e iOS), a differenza di quanto è accaduto con iTunes, che è stato prodotto anche in una versione compatibile con Microsoft Windows, rendendo quindi accessibili gli acquisti di Musica e Film fatti sull’Apple Store anche a chi usa Windows. Chi acquista Libri Digitali (DRM-protected) sull’Apple Book Store deve quindi sapere che potrà leggere questi libri soltanto finché continuerà ad acquistare anche almeno un dispositivo hardware Apple, pena la perdita dei diritti di lettura ed il conseguente danno economico (soldi buttati per libri che non potremo più leggere né rileggere).

Dato che gli eBook gratuiti, distribuiti dalle varie Piattaforme Digitali, sono privi di meccanismo DRM (DRM-free), per questi libri non esiste un problema di compatibilità e possono essere liberamente trasferiti su tutte le Piattaforme Digitali esistenti. Ne consegue dunque che per poter trasferire allo stesso modo un eBook DRM-protected, l’unico modo possibile è quello di convertirlo in un eBook DRM-free, rimuovendo la Protezione DRM. Va detto però che si tratta di un’operazione illegale: ne discuterò i termini di legalità e legittimità in uno specifico paragrafo al termine di questo articolo.

Ora esaminiamo le tecniche di trasferimento dei nostri eBook dalla Piattaforma Digitale originale (Apple) ad altre diverse piattaforme.

  1.  Trasferimento su Microsoft Windows
  2.  Trasferimento su Linux
  3.  Trasferimento su Android
  4.  Protezione DRM: breve discussione su legalità e legittimità

win-10-logo-3 Trasferimento su Microsoft Windows.

In questo caso esiste una facilitazione, rappresentata dal programma Apple iTunes, di cui esiste anche una versione per Windows. Questo programma consente di accedere, in ambiente Windows, ai brani musicali ed ai film acquistati sull’Apple Store: lo stesso programma può essere usato anche come player, per riprodurre questi contenuti a pagamento. Apple iTunes può essere usato anche per accedere all’elenco degli eBook da noi acquistati sull’Apple Store, ma non può essere usato per aprirli e leggerli: ci consente però di scaricarli sul PC per gestirli poi con una diversa applicazione.

Stranamente, Apple non ha sentito il bisogno di colmare questa lacuna degli eBook creando una versione per Windows di iBooks, che avrebbe consentito di leggere gli eBook Apple anche sulla piattaforma Microsoft. Ma questa è solo un’altra delle tante contraddizioni tipiche del software commerciale, le cui strategie non sono quasi mai calibrate sull’interesse degli utenti finali (questo è uno dei motivi per cui io consiglio di usare software open-source).

La prima cosa da fare dunque, dopo aver aperto iTunes, è effettuare l’accesso al nostro Apple ID, tramite il quale abbiamo effettuato (e pagato) tutti i nostri acquisti:

itunes01b

La finestra di accesso al nostro Apple ID si presenta nel modo seguente:

itunes02

Una volta fatto l’accesso, la visualizzazione dell’elenco degli eBook acquistati non è immediata, come accade per la Musica o i Film, ma richiede qualche passaggio in più. L’elenco dei contenuti digitali acquistati, visibile in iTunes in alto a sinistra, mostra infatti solo i contenuti che iTunes può anche riprodurre e quindi non mostra i Libri ma solo gli Audiolibri:

itunes03

Per vedere l’elenco dei nostri libri digitali bisogna usare il comando da menù Account > Acquisti, come in figura:

itunes04b

A questo punto apparirà la pagina di iTunes dedicata alla gestione di tutti gli acquisti effettuati con il nostro Apple ID: in alto a destra stavolta compare anche la voce Libri accanto alle altre categorie:

itunes05b

Facendo clic su Libri apparirà l’elenco completo dei nostri libri digitali Apple:

itunes06

A questo punto potremo scaricare i nostri libri sul PC, scegliendo quelli che vogliamo scaricare facendo clic sul badge della “nuvoletta” in alto a destra su ogni copertina, oppure scaricandoli tutti facendo clic sul pulsante “Scarica tutti” posto in basso a destra. Se, per poter scaricare i libri, iTunes ci chiede di autorizzare il PC, possiamo farlo con il seguente comando da menù:

itunes07b

La cartella nella quale vengono scaricati i libri digitali si trova nella posizione seguente: Questo PC > Musica > iTunes > iTunes Media > Books (i libri vengono mantenuti ben organizzati in cartelle con il nome dell’autore, se abbiamo attivato l’opzione “Mantieni organizzata la cartella iTunes Media” nelle Preferenze di iTunes):

itunes08

In Windows 10, i libri in formato .epub, come quelli acquistati sull’Apple Book Store, sono impostati per essere aperti e letti con Microsoft Edge (default), ma chi lo preferisce può usare un’applicazione diversa come, ad esempio, Adobe Digital Editions (gratuita):

itunes09

itunes10b

La migliore applicazione per la gestione di una Biblioteca Digitale è comunque Calibre che, oltre a disporre di un eccellente lettore di eBook integrato, incorpora molte altre potenti funzionalità: Conversione degli eBook da un formato ad un altro, Gestione dei Metadati di tipo avanzato, funzionalità di eBook Server, e molto altro.

calibre-main-window

Gestore Biblioteca di Calibre

calibre-ebook-reader

Lettore eBook di Calibre

Calibre è un’applicazione open-source e multi-piattaforma, compatibile con tutti i sistemi operativi, e per Windows è disponibile sia nella versione a 32-bit che in quella a 64-bit. Per verificare se la propria versione di Windows è a 32-bit oppure a 64-bit, usare l’applicazione Impostazioni di Windows > Sistema > Informazioni su:

system32or64-bit-2

Come già detto, in Windows possiamo aprire e leggere soltanto i libri gratuiti (DRM-free) che abbiamo scaricato dall’Apple Book Store, ma non quelli a pagamento (DRM-protected), per mancanza di una specifica applicazione Apple che ci consenta di farlo. Se si cerca di aprire un eBook DRM-protected in Microsoft Edge o in Calibre, compare un messaggio di errore.

MSEdge-ebook-DRMerror

Messaggio di errore di Microsoft Edge

calibre-drm-error

Messaggio di errore di Calibre

Se si cerca di aprire un libro protetto con Adobe Digital Editions, compare solo l’indice del libro, ma le pagine del libro restano bianche. Per poter leggere gli eBook DRM-protected in Windows, non abbiamo altra soluzione se non quella di rimuovere la Protezione DRM da questi eBook, questione che discuto in un paragrafo a parte.

penguin2 Trasferimento su Linux.

In molte versioni di Linux (come ad esempio Linux Mint) si trovano già installati i moduli software (librerie) per la connessione con i dispositivi mobili Apple, che vengono visualizzati (“montati” in gergo tecnico) sul Desktop come unità esterne. Purtroppo, il buon funzionamento di queste librerie non è affatto garantito con le versioni più recenti di iOS, che spesso generano un errore di connessione dovuto alle sempre nuove procedure che la Apple usa per proteggere i suoi dispositivi da accessi non autorizzati (lockdown). Anche l’autorizzazione manuale del PC Linux connesso al dispositivo Apple spesso non è sufficiente a risolvere il problema (l’avevo detto che Apple è un sistema chiuso). Esiste una soluzione altamente tecnica al problema, che consiste nel ricompilare le librerie di connessione ai dispositivi Apple con alcuni parametri modificati: ma questa soluzione può essere adottata solo da utilizzatori molto esperti dei sistemi Linux ed è sconsigliabile per gli utenti comuni.

Ma esiste anche una soluzione molto più semplice, che consiste nella creazione di un PC virtuale contenente Windows, che funziona sotto Linux tramite una ben nota applicazione di virtualizzazione che si chiama VirtualBox (Oracle). Si tratta di un’applicazione gratuita, liberamente scaricabile dal sito di Oracle, ed inoltre esiste anche la possibilità di installare al suo interno un PC virtuale già pronto con una versione gratuita di Windows (anche se con scadenza a termine).

La Microsoft infatti mette a disposizione degli sviluppatori una serie di PC virtuali già pronti, per finalità di testing, che contengono diverse versioni di Windows, dalla 7 alla 10, e che possono essere scaricati da questa pagina. Questi PC virtuali sono predisposti per un utilizzo massimo di 90 giorni, dopodiché cessano di funzionare, ma questo lasso di tempo è più che sufficiente per installare all’interno del PC virtuale l’applicazione Apple iTunes ed usarla per scaricare tutti i nostri eBook Apple, che potremo poi trasferire sul nostro PC Linux. La versione di Windows che scegliamo è indifferente in quanto iTunes funziona su tutte le versioni a partire dalla 7, ma è importante fare attenzione al formato del PC virtuale che andremo a scaricare, dato che deve essere compatibile con l’applicazione di virtualizzazione che useremo: nel mio esempio io faccio riferimento ad Oracle VirtualBox, come già detto.

Il PC virtuale viene scaricato come un singolo file .zip che, una volta decompresso, appare come un singolo file con estensione .ova (Oracle Virtual Appliance).

win-vm

Non dobbiamo fare altro che importare questo file all’interno di Oracle VirtualBox (menù File > Importa applicazione virtuale…) ed il gioco è fatto.

vbox1

vbox2

Il PC virtuale Windows fa uso per default della lingua inglese, ma è molto facile impostarlo per l’uso della lingua italiana. Dopodiché non ci resta che scaricare ed installare Apple iTunes, facendo attenzione alla scelta della versione a 32-bit o 64-bit, che deve corrispondere alla versione del sistema operativo Windows che stiamo usando. Da questo punto in poi la procedura da seguire è esattamente la stessa già illustrata più sopra nella sezione dedicata al Trasferimento su Microsoft Windows. Gli eBook scaricati in una cartella del PC virtuale potranno essere poi facilmente trasferiti sul sistema Linux vero e proprio usando una semplice cartella condivisa tra il sistema Linux ed il PC virtuale Windows. La procedura di configurazione di un PC virtuale contenente una versione gratuita di Windows 10 l’ho descritta in dettaglio in questo articolo.

In ambiente Linux, gli eBook gratuiti (DRM-free) in formato .epub possono essere aperti e letti anche con il Lettore PDF installato sul sistema (in Linux Mint è Xreader), ma l’applicazione migliore per la gestione degli eBook resta sempre Calibre, come già spiegato più sopra: Calibre è disponibile anche in una versione apposita per i sistemi Linux. Per poter leggere gli eBook acquistati a pagamento (DRM-protected) in ambiente Linux, è necessario prima rimuovere la protezione DRM.

Android-logo-2 Trasferimento su Android.

Android è un sistema operativo per dispositivi mobili costruito attorno ai numerosi servizi Google, e per la gestione dei Libri Digitali usa la piattaforma Google Play Libri. Conformemente al metodo adottato da Google, questo strumento è autenticamente multi-piattaforma è può essere usato indifferentemente su tutti i sistemi operativi esistenti e su tutti i dispositivi hardware esistenti.

L’accesso alla piattaforma digitale di Google Play Libri si fa in due modi: per i dispositivi mobili (tablet e smartphone) è disponibile una specifica App, denominata appunto Google Play Libri, che è disponibile sia per Android che per Apple iOS ed è identificata dall’icona seguente:

googleplaybooks

Nel caso dei PC, si può accedere al modulo di Google Play Libri tramite un qualsiasi browser web, facendo l’accesso al proprio account Google e selezionando il servizio Google Play, che è la piattaforma di accesso al Negozio Digitale di Google (Musica, Film, Libri, ecc.).

Il modo più semplice per trasferire i nostri Libri Digitali sulla piattaforma di Google Play Libri è quello di usare un browser qualsiasi per fare l’upload degli eBook sulla nuova piattaforma. Dopo aver scaricato i nostri eBook Apple sul nostro PC, usando il metodo più sopra indicato per i sistemi Windows e Linux, apriamo il browser e facciamo il login al nostro Account personale Google/Gmail, che è associato alla nostra Biblioteca Digitale personale gestita tramite Google. L’accesso alla Piattaforma di Google Play Libri si fa selezionando il servizio Play nella griglia dei servizi Google posta in alto a destra:

googleplay01

Una volta entrati in Google Play, che è il negozio digitale di Google corrispondente all’Apple Store, selezionare la voce Libri nell’elenco delle categorie a sinistra:

googleplay02

Quindi selezionare la voce I miei libri per accedere alla nostra Biblioteca Digitale personale:

googleplay03

A questo punto, potremo trasferire i nostri Libri Digitali Apple facendone l’upload sulla nuova piattaforma usando il pulsante Carica file in alto a destra:

googleplay04b

Una volta caricati in questo modo i nostri eBook sulla Piattaforma di Google Play Libri, potremo accedere ad essi comodamente su qualsiasi dispositivo hardware e con qualsiasi sistema operativo, o usando l’App “Google Play Libri” sui dispositivi mobili oppure un semplice browser su un qualsiasi PC. Nella figura seguente si vede la stessa Biblioteca Digitale già caricata nel browser, così come appare nell’App “Google Play Libri” nella versione per iOS su iPad:

ipad01

Così appare la medesima Biblioteca Digitale nell’App “Google Play Libri” nella versione per Android su smartphone:

Screenshot_20180613-181143

Può accadere che alcuni eBook caricati sulla piattaforma di Google Play Libri mostrino una copertina generica e vuota, come è il caso del libro “Orlando Furioso” (Lodovico Ariosto) nella presente Biblioteca Digitale di test. In questo caso è possibile usare l’applicazione Calibre per dotare l’eBook di una copertina personalizzata più adatta: dato che si tratta di una procedura tecnica non difficile ma che richiede alcuni passaggi, ne parlerò in un articolo a parte, per non appesantire ulteriormente il presente articolo, già alquanto pesante.

Gli eBook Apple protetti con DRM, non vengono caricati correttamente sulla piattaforma di Google Play Libri ed il tentativo di farne l’upload genera un errore durante l’elaborazione del file, probabilmente a causa di un formato DRM non riconosciuto da Google. L’unico modo di trasferire questi eBook, come già spiegato, consiste nel rimuovere la protezione DRM di Apple, un’operazione che, pur restando illegale, può essere considerata legittima a certe condizioni, come spiego nel paragrafo seguente.

bilancia02 Protezione DRM: breve discussione su legalità e legittimità.

Come già detto, il meccanismo DRM è stato inventato per proteggere il Copyright dei contenuti distribuiti in formato digitale. Il grosso problema di questa tecnologia risiede però nel fatto che, per tutelare un diritto importante come quello d’Autore, finisce per ledere un altro diritto altrettanto importante: quello del Consumatore di scegliere liberamente i propri prodotti sul libero mercato. Di fatto, questo secondo diritto viene completamente negato, nel momento in cui, per poter accedere ai Libri Digitali che ho regolarmente acquistato e pagato, devo anche subire la costrizione di continuare ad acquistare dispositivi hardware di una determinata marca, senza poterla cambiare, pena la perdita dei miei “diritti di lettura”.

I Libri Digitali Apple protetti con DRM possono essere letti soltanto sui costosi dispositivi hardware di marca Apple, e non possono essere trasferiti su altre Piattaforme Digitali. L’unico modo per poterlo fare è quello di rimuovere la Protezione DRM da questi eBook, rendendoli così uguali ai tanti eBook gratuiti (DRM-free), presenti anche sull’Apple Book Store, che possono essere liberamente trasferiti e letti su tutte le Piattaforme Digitali esistenti. Non entro in dettagli tecnici in questo articolo, ma sul web si possono reperire diversi strumenti software che promettono di rimuovere la Protezione DRM. Va detto chiaramente che si tratta di un’operazione illegale, fatta in violazione del Copyright, e che viene sanzionata più o meno pesantemente nella legislazione dei singoli paesi.

In proposito mi limito ad esprimere una mia personale opinione sui concetti di legalità e di legittimità. Un qualsiasi diritto va legalmente tutelato a patto che tale tutela non vada a ledere un altro diritto altrettanto importante: il Diritto d’Autore quindi va tutelato ma non a scapito dei diritti del Consumatore. La rimozione della Protezione DRM da un eBook, secondo me, pur restando illegale, può essere considerata legittima quando viene fatta per tutelare il diritto del Consumatore di passare ad una Piattaforma Digitale diversa da quella usata per fare l’acquisto dell’eBook. Se rimuoviamo la Protezione DRM per trasferire un eBook da noi regolarmente acquistato verso una piattaforma incompatibile con quella originale, di fatto creiamo una copia illegale (pirata) dell’eBook acquistato, ma che può essere considerata “legittima” in ragione del fatto che agiamo per tutelare un nostro diritto acquisito e non per fini di lucro. A patto che creiamo la copia “illegale” solo per uso personale e non la distribuiamo a terzi. È un’operazione del tutto analoga a quella di fare il “ripping” di un DVD-video già in nostro possesso, per poter gestire più comodamente il film contenuto al suo interno come un singolo file digitale, ad es. per trasferirlo sul nostro Media Server personale. Ripeto, si tratta di materia opinabile, ma esiste tuttora una discussione aperta su legalità e legittimità della Protezione DRM e delle sue conseguenze per il consumatore di contenuti digitali.

Mi occupo di sviluppo e messa a punto di sistemi informatici basati su software open-source, gratuito o a basso costo. Ritengo sia possibile ottenere risultati di eccellente livello, in termini di qualità e produttività, a costo zero per quanto riguarda il software ed a costi contenuti per quanto riguarda l'hardware. Attualmente mi dedico alla messa a punto di sistemi informatici basati sul sistema operativo open-source Linux, usando le versioni più accessibili e di facile utilizzo (Ubuntu, Mint, ecc.). Ritengo che Linux possa essere proposto a tutti come una validissima alternativa gratuita a Microsoft Windows, anche in ambiti professionali. Sul versante del web mi dedico in particolare all’utilizzo in chiave professionale dei numerosi strumenti gratuiti offerti dal Mondo Google, che non è solo Posta elettronica (Gmail) ma molto altro.

Pubblicato su Android, Apple iOS, Copyright, E-book, Google, Linux, Windows 10, Windows 7, Windows 8
37 comments on “Attenti agli eBook Apple…
  1. Discover More Here ha detto:

    Hi there, I found your site via Google at the same time as looking for a similar subject, your site came up, it appears great. I have bookmarked it in my google bookmarks.

    "Mi piace"

  2. Go Here ha detto:

    I am constantly searching online for ideas that can facilitate me. Thanks!

    "Mi piace"

  3. Visit This Link ha detto:

    I have been surfing online more than 3 hours today, yet I never found any interesting article like yours. It is pretty worth enough for me. In my opinion, if all web owners and bloggers made good content as you did, the internet will be much more useful than ever before.

    "Mi piace"

  4. Click This Link ha detto:

    I like the helpful info you provide in your articles. I’ll bookmark your blog and check again here frequently. I am quite sure I’ll learn lots of new stuff right here! Best of luck for the next!

    "Mi piace"

  5. visit here ha detto:

    Thank you so much for giving everyone an extraordinarily special opportunity to read critical reviews from this site. It’s always very enjoyable and jam-packed with amusement for me and my office colleagues to search your web site a minimum of thrice in a week to see the newest tips you have. And definitely, we are at all times amazed with all the wonderful tactics you give. Selected 1 areas in this post are particularly the finest we have all had.

    "Mi piace"

  6. Clicking Here ha detto:

    Hi there, You have done an incredible job. I will definitely digg it and personally suggest to my friends. I am sure they’ll be benefited from this site.

    "Mi piace"

  7. Learn More Here ha detto:

    I like the helpful info you provide in your articles. I’ll bookmark your blog and check again here frequently. I am quite sure I’ll learn lots of new stuff right here! Best of luck for the next!

    "Mi piace"

  8. Find Out More ha detto:

    I’m so happy to read this. This is the kind of manual that needs to be given and not the accidental misinformation that is at the other blogs. Appreciate your sharing this greatest doc.

    "Mi piace"

  9. Click This Link ha detto:

    Wonderful site. Lots of useful info here. I’m sending it to several pals ans additionally sharing in delicious. And obviously, thanks to your sweat!

    "Mi piace"

  10. Discover More Here ha detto:

    I am constantly searching online for ideas that can facilitate me. Thanks!

    "Mi piace"

  11. Javier Kaley ha detto:

    I was very happy to find this site. I desired to thank for your time, for this magnificent read!! I am surely appreciating every little of information and I have you bookmarked to check away new things you publish.

    "Mi piace"

  12. Tiffaney Lidge ha detto:

    Hello! I just want to give a huge thumbs up for the great info you have got here on this article. I will likely be returning to your blog for more soon.

    "Mi piace"

  13. visit ha detto:

    Awsome blog! I am loving it!! Will be back later to read some more. I am bookmarking your feeds also

    "Mi piace"

  14. Go Here ha detto:

    Nice post. I was checking constantly this blog and I am impressed! Very useful info specifically the last part 🙂 I care for such info a lot. I was looking for this particular info for a long time. Thank you and good luck.

    "Mi piace"

  15. Discover More ha detto:

    Thanks for the sensible critique. Me and my neighbor were just preparing to do some research on this. We got a grab a book from our area library but I think I learned more from this post. I’m very glad to see such great info being shared freely out there.

    "Mi piace"

  16. Discover More ha detto:

    Heya i am for the first time here. I came across this board and I find It really useful

    "Mi piace"

  17. Read This ha detto:

    Very nice post. I just stumbled upon your blog and wanted to say that I’ve really enjoyed browsing your blog posts. In any case I’ll be subscribing to your feed and I hope you write again soon!

    "Mi piace"

  18. view source ha detto:

    Valuable information. Fortunate me I discovered your website by chance, and I’m shocked why this twist of fate did not took place earlier! I bookmarked it.

    "Mi piace"

  19. Learn More ha detto:

    I was just looking for this info for a while. After 6 hours of continuous Googleing, finally I got it in your web site. I wonder what’s the lack of Google strategy that do not rank this type of informative websites in top of the list. Generally the top web sites are full of garbage.

    "Mi piace"

  20. Go Here ha detto:

    Simply desire to say your article is as astounding. The clarity in your post is just great and i can assume you’re an expert on this subject. Fine with your permission let me to grab your feed to keep updated with forthcoming post. Thanks a million and please continue the gratifying work.

    "Mi piace"

  21. view source ha detto:

    This is really interesting, You’re a very skilled blogger. I have joined your feed and look forward to seeking more of your great post. Also, I’ve shared your site in my social networks!

    "Mi piace"

  22. visit here ha detto:

    Hello there, just became alert to your blog through Google, and found that it is truly informative. I am gonna watch out for brussels. I’ll be grateful if you continue this in future. Lots of people will be benefited from your writing. Cheers!

    "Mi piace"

  23. Discover More Here ha detto:

    Hello.This post was extremely interesting, particularly because I was looking for thoughts on this topic last Thursday.

    "Mi piace"

  24. Clicking Here ha detto:

    It is in point of fact a nice and useful piece of info. I am happy that you just shared this helpful information with us. Please keep us informed like this. Thank you for sharing.

    "Mi piace"

  25. Read More Here ha detto:

    I have been surfing online more than 3 hours today, yet I never found any interesting article like yours. It is pretty worth enough for me. In my opinion, if all web owners and bloggers made good content as you did, the internet will be much more useful than ever before.

    "Mi piace"

  26. Discover More ha detto:

    I really appreciate this post. I¡¦ve been looking all over for this! Thank goodness I found it on Bing. You have made my day! Thank you again

    "Mi piace"

  27. learn more ha detto:

    Hello There. I found your blog using msn. This is a really well written article. I will make sure to bookmark it and come back to read more of your useful information. Thanks for the post. I’ll certainly return.

    Piace a 1 persona

  28. get more info ha detto:

    Keep functioning ,remarkable job!

    "Mi piace"

  29. learn more ha detto:

    Wow! This can be one particular of the most beneficial blogs We have ever arrive across on this subject. Actually Great. I’m also an expert in this topic so I can understand your hard work.

    "Mi piace"

  30. Discover More ha detto:

    I would like to thnkx for the efforts you’ve put in writing this website. I’m hoping the same high-grade website post from you in the upcoming as well. Actually your creative writing abilities has encouraged me to get my own web site now. Really the blogging is spreading its wings quickly. Your write up is a great example of it.

    "Mi piace"

  31. Discover More ha detto:

    You completed a few nice points there. I did a search on the theme and found nearly all persons will consent with your blog.

    "Mi piace"

  32. learn more ha detto:

    magnificent submit, very informative. I wonder why the opposite specialists of this sector do not understand this. You must proceed your writing. I’m confident, you have a great readers’ base already!

    "Mi piace"

  33. get more info ha detto:

    We are a group of volunteers and opening a new scheme in our community. Your website offered us with valuable info to work on. You’ve done a formidable job and our entire community will be thankful to you.

    "Mi piace"

  34. Visit Website ha detto:

    I¡¦ve recently started a blog, the info you provide on this site has helped me tremendously. Thanks for all of your time

    "Mi piace"

  35. click here ha detto:

    Hi there, I found your site via Google at the same time as looking for a similar subject, your site came up, it appears great. I have bookmarked it in my google bookmarks.

    "Mi piace"

  36. Read More ha detto:

    As a Newbie, I am permanently searching online for articles that can be of assistance to me. Thank you

    "Mi piace"

  37. Clicking Here ha detto:

    I think this is one of the most important info for me. And i’m glad reading your article. But should remark on few general things, The website style is great, the articles is really excellent : D. Good job, cheers

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Chi sono

Fabrizio Manizza

PC Trainer

Profilo Linkedin Profilo Facebook Invio E-mail Info
Siti correlati:
SENIGALLinux.it
Sostienimi
Se hai trovato davvero utile qualcuno di questi articoli, potresti sostenere il mio progetto con una: Fai una Donazione
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: